Search Google Appliance

Tecniche di gestione dei servizi

  • Edizioni di altri A.A.:
  • 2015/2016
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020

Dati insegnamento


Lingua Insegnamento:
ITALIANO 
Testi di riferimento:
1. Rossi P., L'organizzazione dei servizi socioassistenziali, Carocci, Roma
2. De Ambrogio U., Guidetti C., La coprogettazione. La partnership tra pubblico e terzo settore, Carocci, Roma 2017
3. Pavolini E., Ranci C., Le politiche di Welfare, il Mulino, Bologna 2015 
Obiettivi formativi:
Il corso intende offrire, sotto il profilo teorico e metodologico, argomenti relativi all’ambito strategico della organizzazione, gestione e offerta dei servizi alla persona, rimarcandone la particolare natura e funzione sociale nel contesto più ampio del processo di costituzione di aziende pubbliche e private. A tale scopo, verranno individuate le matrici fondazionali e le dinamiche morfogenetiche di tali strutture, con l’opportuno rilievo delle dimensioni operative ed esecutive dei servizi socioassitenziali, fino a raggiungere la regolazione degli accessi e le prassi oggettive di legittimazione professionale, in special modo quelle relative alle autorizzazioni e all’accreditamento, intese come completamento formale e sostanziale del sistema di welfare comunitario e partecipato tra pubblico e terzo settore.
Inoltre, il ciclo di lezioni intende presentare in forma didatticamente agevole le più recenti tendenze nazionali ed internazionali sulla ricerca scientifica in tema di programmazione sociale, valutazione e partecipazione, oltre ad offrire una riflessione sulla attuale evoluzione del sistema di welfare in prospettiva italiana ed europea. 
Prerequisiti:
Nessuno 
Metodi didattici:
Lezioni in aula, con eventuale utilizzo di slides e altri materiali scientifici e bibliografici resi disponibili dal Docente nel corso delle lezioni. Gli Studenti potranno eventualmente elaborare, nel corso delle lezioni e ai fini sia della valutazione in itinere, sia di quella finale, una relazione di carattere descrittivo su una tematica in linea con l’insegnamento, preventivamente concordata con il Docente. 
Modalità di verifica dell'apprendimento:
Esame finale orale. Valutazione: voti espressi in trentesimi. Il docente si riserva di utilizzare la modalità di verifica attraverso prove scritte. 

Articolazione sistematica delle principali modellistiche morfogenetiche che hanno dato luogo a prassi operative e ad innovazione sociale nelle istituzioni del sistema del Welfare locale, atti a fronteggiare i rischi e le situazioni di disagio tipiche delle diverse fasce sociali e aree di integrazione sociosanitaria, anche in rapporto alle dinamiche del mutamento sociale e conseguentemente, delle politiche di tutela.
In particolare, il Corso presenterà agli Studenti le seguenti argomentazioni: 1. Il processo di strutturazione delle istituzioni e delle aziende sociosanitarie 2. Modelli relazionali di definizione delle organizzazioni socioassistenziali 3. Tipologie di internalizzazione ed esternalizzazione dei servizi 4. Livelli di accesso e profili di utenza 5. Individuazione delle principali modalità di riconoscimento e legittimazione 6. Sviluppi della progettazione e organizzazione dei servizi in reti territoriali e istituzionali innovative.