• Edizioni di altri A.A.:
  • 2015/2016
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020
  • 2020/2021

  • Lingua Insegnamento:
    Italiano. 
  • Testi di riferimento:
    - Merlo G. (2014), La programmazione sociale. Principi, metodi e strumenti, Carocci, Roma (capitoli 1, 4, 7, 9, 10, 11).
    - Palumbo M. (2002), Il processo di valutazione. Decidere, programmare, valutare, FrancoAngeli, Milano (capitoli I-II-III-VI).
    - De Ambrogio U., Dessi C., Ghetti V. (2013), Progettare e valutare nel sociale, Carocci Faber, Roma (capitoli 1, 2, 4, 5, 6, 8).
    - Si richiede la conoscenza della Legge 328/2000 e della legge costituzionale 3/2001. 
  • Obiettivi formativi:
    Gli obiettivi di apprendimento sono: acquisire, comprendere e saper utilizzare i modelli e i metodi della pianificazione, della progettazione e della valutazione sociale; conoscere i principali metodi e strumenti di analisi sociologica applicati all’ambito del servizio sociale; conoscere i modelli, i metodi e i processi relativi alla progettazione di interventi e servizi in ambito sociale.
    Risultati di apprendimento attesi sono: acquisire conoscenze, competenze e capacità per definire e coordinare programmi, progetti e processi di valutazione nell’ambito dei servizi e degli interventi sociali e socio-sanitari; effettuare valutazioni quantitative e qualitative degli interventi, dei servizi e delle politiche sociali; applicare le conoscenze e le tecniche alla valutazione sociale dei servizi.

    Conoscenze e capacità di comprensione.
    Alla fine del corso lo studente dovrà conoscere:
    - i piani, i programmi e i progetti utilizzati nella costruzione del sistema di welfare;
    - i modelli e i metodi della pianificazione e della programmazione sociale; - il ciclo della programmazione sociale;
    - i metodi e gli strumenti della programmazione sociale;
    - gli obiettivi, i metodi e i modelli di valutazione sociale;
    - gli approcci e i metodi della progettazione sociale;
    - la valutazione sociale;
    - i modelli e i metodi della valutazione sociale.

    Autonomia di giudizio
    Alla fine del corso lo studente dovrà saper riconoscere e applicare:
    - i modelli e i metodi della pianificazione e della progettazione sociale; - i modelli e i metodi di ricerca della valutazione sociale.

    Abilità comunicative
    Alla fine del corso lo studente dovrà saper utilizzare il linguaggio specifico della materia; dovrà conoscere i concetti e i modelli operativi relativi all’analisi e alla costruzione dei sistemi di welfare. 
  • Prerequisiti:
    Non sono richieste conoscenze e abilità specifiche e non sono previsti vincoli di propedeuticità. 
  • Metodi didattici:
    Lezioni frontali. Utilizzo eventuale di slides. 
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    La prova finale consiste in un esame orale sui contenuti del corso. Verranno valutati la conoscenza dei contenuti e della bibliografia previsti dal corso, la qualità dell’espressione orale, le capacità critiche e metodologiche. Il punteggio va da 1 a 30 con lode, secondo quanto segue: 1-17 insufficiente, 18-21 sufficiente, 22-24 discreto, 25-27 buono, 28-29 molto buono, 30-30 con lode eccellente. 

Il corso descrive e spiega i modelli della pianificazione, programmazione, progettazione e valutazione sociale negli sviluppi storici e nell’attuale assetto del welfare italiano.
L’insegnamento verte sui concetti di base relativi alla pianificazione, programmazione e progettazione sociale. Vengono presentati i vari modelli, la metodologia, i metodi della programmazione e della progettazione sociale e i vari passaggi del processo di programmazione e di progettazione delle politiche, degli interventi e dei servizi sociali e socio-sanitari.
L’analisi prosegue con la presentazione dei concetti, dei modelli e dei metodi della valutazione sociale con riferimento alla valutazione delle politiche, dei programmi, dei progetti e degli interventi nell’area sociale e socio-sanitaria.

1. Piani, programmi e progetti nella costruzione del welfare.

- La costruzione del welfare locale.
- I concetti fondamentali della programmazione sociale.

2. La programmazione sociale in Italia.
- Gli sviluppi della programmazione sociale in Italia.
- Dalle prime esperienze di programmazione sociale alla legge 328/2000.
- La regolazione pubblica del sistema di welfare italiano
- La legge n. 328/2000 e la legge costituzionale n. 3/2001.
- Strumenti e livelli istituzionali di programmazione sociale.

3. Modelli e metodi della programmazione sociale.

- Programmazione sociale per aree territoriali e per ambiti di intervento.
- Aspetti teorici e modelli operativi della programmazione sociale.
- Il modello sinottico e i modelli incrementali di programmazione sociale.

4. Il ciclo della programmazione sociale.

- Il ciclo della programmazione sociale.
- Le fasi del processo di programmazione.
- I metodi e gli strumenti operativi della programmazione.


5. Definizioni, approcci e metodi della valutazione sociale
.
- Definizione e approcci della valutazione sociale.
- Audit, monitoraggio e valutazione.
- I metodi, dimensioni e finalità della valutazione sociale.

6. Politiche pubbliche e valutazione sociale
.
- Le politiche pubbliche e la valutazione sociale.
- Le diverse tipologie di valutazione sociale.

7. La progettazione sociale: approcci e metodi. 

- La progettazione sociale e i suoi sviluppi.
- Approcci e metodi della progettazione sociale.
- Le fasi della progettazione sociale.

8. La valutazione dei progetti e degli interventi sociali.
- Valutare progetti e interventi sociali.
- Metodi e strumenti della valutazione sociale.
- La valutazione sociale in pratica.

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram